Nasce IoDecido

Chiunque viva in città con maggiore entusiasmo di chi è un semplice residente sa perfettamente che, anche nel caso di un’amministrazione particolarmente virtuosa, c’è sempre qualcosa che non va come dovrebbe.

Un cestino mancante, una buca stradale, un parco giochi per bambini la cui manutenzione lascia a desiderare ma anche una via troppo buia che richiederebbe una maggiore illuminazione o un’area cani assente laddove invece dovrebbe essere presente.

L’aspettativa è che questi problemi percepiti dalla popolazione locale vengano sistemati in tempi celeri.

Per ottenerlo, i cittadini più solerti scrivono ai propri amministratori ma spesso senza ricevere risposta; alcuni Comuni, i più tecnologici, adottano un’applicazione per gestire le segnalazioni, come comuni-chiamo o municipium.

Nella maggior parte dei casi però, il flusso di segnalazioni e proposte si condensa nelle chiacchiere fra amici e conoscenti fisicamente nei bar e nei centri civici ma soprattutto online dove i social network spopolano.
Basti pensare al seguito che hanno i gruppi del circuito “sei di *** se”, dove *** è il nome del Comune di riferimento (vedi per esempio Sei di Monza se…).

Spesso però c’è anche la convinzione che questi luoghi siano presidiati dagli amministratori locali e quindi una segnalazione o proposta debba venire recepita e messa in pratica.

La verità è che il flusso di informazioni, così disorganizzato, non può essere agevolmente letto ed è destinato, nella maggior parte dei casi, a rimanere inascoltato.

Con questa convinzione è stato creata la piattaforma di partecipazione e denuncia sociale IoDecido.

IoDecido, una piattaforma di partecipazione e denuncia sociale innovativa

Si tratta sostanzialmente di una bacheca virtuale nella quale i cittadini possono pubblicare le proprie segnalazioni di disservizi a livello cittadino ma anche effettuare proposte di miglioramento per la città, corredandole di foto e riferimenti geografici.

Inoltre, al contrario di altri sistemi di denuncia sociale, è stato previsto un sistema di upvote/downvote ovvero la possibilità, da parte dei cittadini, di appoggiare o meno una data segnalazione o proposta, rendendo così la comunità autonoma nel poter definire le priorità.

Maggiore è la partecipazione cittadina e più rappresentative sono le richieste provenienti da IoDecido, tutto nella massima trasparenza.

Infine, è stata prevista la possibilità da parte di un utente verificato, come potrebbe essere un politico locale o un portatore di interessi, di sposare una segnalazione o proposta e farsene pubblicamente carico al raggiungimento di un numero di voti raccolti entro uno specifico arco temporale.

Potrebbe trattarsi, per esempio, di un’interrogazione da porre in Consiglio Comunale o l’impegno a risolvere un dato problema.

Così, al raggiungimento dell’obiettivo prefissato, l’impegno pubblico preso da chi l’ha sottoscritto diventa vincolante e decorrono i tempi individuati per la sua esecuzione.

I cittadini potranno così monitorare la credibilità di chi promette e troppo spesso, specie di questi tempi, non mantiene.

Il progetto è in beta pubblica ed è al momento attivo nella città di Monza come pilota ed è gestito da Smart Nation, l’associazione impegnata nella diffusione della cultura digitale e dell’innovazione.